Usiamo i cookie per far funzionare al meglio il sito, rispettiamo la privacy e le leggi. Accettali se vuoi proseguire.

  • The Europe Challenge, Biblioteca delle Cose

    The Europe Challenge, Biblioteca delle Cose

    The Europe Challenge, inaugurazione il 14 ottobre
  • Gruppo di lettura  » Nuovo appuntamento

    Gruppo di lettura » Nuovo appuntamento

    Il 10 dicembre vi aspettiamo per un nuovo appuntamento con gli amanti della lettura
  • Biblioteca  » Consulta il catalogo online

    Biblioteca » Consulta il catalogo online

    Il catalogo dell'Agorateca è online. Cerca e prenota il tuo libro
  • COMETA  » Verso la comunità educante

    COMETA » Verso la comunità educante

    Appunti, riflessioni e idee per costruire una comunità educante del territorio altamurano
  • Green Influencers  » Meeting Nazionale

    Green Influencers » Meeting Nazionale

    Giovani e decisori politici si incontrano l'11 e 12 Novembre in Agorateca

barbujaniQuarto appuntamento della rassegna Epicentro, organizzata e promossa dal Movimento Culturale Spiragli.
Il prossimo 7 marzo alle ore 18.30, il professor Guido Barbujani presenta la sua ultima pubblicazione dal titolo “Sillabario di genetica per principianti”, edito da Bompiani.

Dialogando con Pasqua Spadone, l’autore spiegherà perché il razzismo è un'ideologia priva di qualsiasi fondamento scientifico e come le differenze fra noi uomini siano in parte dovute a fattori genetici e in parte a fattori ambientali o culturali, ma restino sostanzialmente differenze fra individui, non fra gruppi razziali separati da barriere.

Guido Barbujani ha lavorato alla Stony Brook State University of New York, alle Università di Londra, Padova e Bologna, ed è attualmente professore di Genetica all’Università di Ferrara oltre che collaboratore del Domenicale del Sole 24 ore.

Tra i suoi libri: i romanzi Dilettanti, Dopoguerra, Questione di razza (premio Hemingway), Morti e sepolti e Tutto il resto è provvisorio; i saggi L’invenzione delle razze (premio Merck-Serono e selezione Galileo), Europei senza se e senza ma.

Locandina