Usiamo i cookie per far funzionare al meglio il sito, rispettiamo la privacy e le leggi. Accettali se vuoi proseguire.

  • COMETA  » Uno spazio per la comunità educante

    COMETA » Uno spazio per la comunità educante

    Appunti, riflessioni e idee per costruire una comunità educante del territorio altamurano
  • Break The Lock (down)  »  Il contest musicale

    Break The Lock (down) » Il contest musicale

    A partire dal 1° maggio inizia la fase dell'Acchiappalike
  • Agor@dio  » La radio di comunità

    Agor@dio » La radio di comunità

    Ascolta i podcast realizzati dalla redazione
  • Un libro in prestito?  » #teloportiamoacasa

    Un libro in prestito? » #teloportiamoacasa

    Promuoviamo la lettura nonostante la chiusura al pubblico. Scegli il tuo libro, te lo consegneremo a domicilio.
  • OrCo Radio  »  #InDubbio

    OrCo Radio » #InDubbio

    L'antenna radiofonica in cui si raccontano le azioni di OrCo Digitsys

bvedA Dinan, in Bretagna, due associazioni hanno creato una piattaforma internet che raccoglie una serie di contenuti digitali allo scopo di condividerli con residenti e giovani. A seguito delle restrizioni, hanno pensato a un'alternativa per continuare le loro azioni a distanza. Philippe Bouvet, uno dei fondatori della biblioteca digitale, ci spiega in dettaglio questo progetto. A scrivere questo articolo è stata la volontaria francese del Corpo Europeo di Solidarietà, Thumette Frelaut, ospite dell'Associazione Link in Agorateca.

BVED è la Biblioteca Europea di Dinan, una piattaforma online contenente una moltitudine di risorse, creata da due associazioni bretoni, Steredenn e Intercultura.
Le loro azioni, collettivamente, nelle scuole e all'interno delle associazioni sono state entrambe interrotte dall'inizio della pandemia di Covid19.

Anche se le loro attività̀ si basano principalmente sui rapporti umani in presenza, il nuovo contesto ha permesso alle loro pratiche di evolversi!

Philippe Bouvet, coordinatore del team socio-educativo dell'associazione Steredenn, ci presenta il progetto come "un modo per far emergere i tesori che purtroppo giacciono dormienti in qualche cassetto".
Philippe precisa che il loro progetto "non è in relazione con la biblioteca della città di Dinan, anche se a volte capita che i volontari europei realizzino attività in biblioteca, come ad esempio mostre per presentare i loro Paesi".

Per rimanere attivi, anche durante il confinamento, hanno considerato un nuovo approccio corrispondente alle loro attività di mobilità e di sensibilizzazione sui diritti umani. Questo completa le loro attività originali, rendendo disponibili molti materiali educativi su una piattaforma web.

Le due organizzazioni, attive sul territorio da più di due decenni, rivolgono la loro azione di sensibilizzazione sui temi della mobilità e dell’interculturalità soprattutto ai giovani, ad altre strutture attive a livello locale e ai cittadini.

Ma vediamo quali sono i contenuti principali presenti sulla piattaforma BVED.

Si tratta di supporti numerosi e diversificati che possiamo riassumere in:

  • rapporti e materiali educativi prodotti nell’ambito di progetti Erasmus+;
  • materiali relativi a mostre;
  • promozione delle esperienze dei giovani in contesti interculturali;
  • reportage di interventi nelle scuole;
  • realizzazione di week-end europei per i giovani.

… e molto altro ancora!

Una biblioteca virtuale?
Da molti anni le due associazioni immagazzinano ogni tipo di media, animazione, giochi, testimonianze, documenti educativi, ecc., ma molto spesso questi rimangono nascosti, disponibili solo a pochi. Renderli disponibili online su un’unica piattaforma permette a tutti di usarli!
In effetti, molti di questi materiali sono liberi da diritti e prodotti da partner associativi, quindi chiunque è in grado di utilizzarli.
Gli obiettivi dell’iniziativa sono: rendere i materiali di animazione accessibili a tutti, valorizzare e rendere visibili le iniziative dei giovani, sia locali che europei, oltre a valorizzare il lavoro svolto dalle organizzazioni giovanili negli anni.

Questo progetto è anche un modo per esplorare nuovi metodi di lavoro online nel settore del lavoro giovanile, della mobilità e dell’educazione ai diritti umani. E questo BVED lo fa mettendo a disposizione una grande varietà di contenuti, dalla presentazione di mostre a veri e propri materiali educativi, giochi, podcast multilingue e materiali specifici rivolti ad un pubblico di bambini.

La libreria BVED non è fissa, anzi! Il team aggiorna continuamente i contenuti rendendola un corpo vivo e in continua evoluzione.

All'interno delle due associazioni, i curatori condividono il carico di lavoro e insieme, in un processo di continuo confronto e scambio, apportano nuove idee e aggiornano i contenuti avvalendosi anche di un a web designer che dura la parte grafica del sito

Il progetto è finanziato dal dipartimento di Côtes d ́Armor e dalla Regione Bretagna.
BVED sarà inaugurato ufficialmente a Dinan il 20 maggio 2021, in occasione della Giornata dell'Europa.

Contatti
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
https://www.bved.fr