Usiamo i cookie per far funzionare al meglio il sito, rispettiamo la privacy e le leggi. Accettali se vuoi proseguire.

Autunno 2019

Di più
3 Mesi 3 Settimane fa #2 da agorateca
Autunno 2019 è stato creato da agorateca
Benvenuti a tutti/e,
iniziamo qui unprocesso di condivisione online che non sostituisce ma si affianca agli incontri che periodicamente organizzeremo in Agorateca. Questo forum ha l'obiettivo di coinvolgere un numero quanto più ampio possibile di utenti e cittadini e di dare la posisbilità di partecipare alla discussione anche a quanti sono impossibilitati a partecipare agli incontri.

Dopo il primo incontro, che si è tenuto venerdì 19 luglio, riportiamo di seguito le principali proposte emerse.

Alcuni abitanti del quartiere hanno suggerito di avviare le attività con un percorso di conoscenza della storia, delle abitudini e dei bisogni degli abitanti. In questo senso alcune delle proposte emerse sono una mostra fotografica di foto di famiglia e delle interviste, con lo scopo di creare maggiore coinvolgimento della comunità e senso di affiliazione.

Un altro capitolo si può rappresentare sotto l'etichettà degli stili di vita, con la programmazione di attività sportive, campi scuola a carattere socio-educativo e percorsi di educazione alla salute e alla prevenzione.

Molte le proposte rivolte ai bambini e ai ragazzi, con corsi di lingua, attività teatrali (anche in lingua), letture animate, gruppi di lettura, rassegne cinematografiche di film ispirati alla letteratura, attività di reading in lingua collegate alla visione di film rivolte a diverse fasce d'età, lettura di fiabe per bambini in età prescolare in collegamento con l'educazione alle emozioni.

Altro ambito molto citato è quello musicale. Qui le proposte spaziano dalle guide all'ascolto ai corsi di musica, l'apprendimento della lingua inglese attraverso i testi delle canzoni, concerti, laboratori didattici e incontri di approfondimento su vari aspetti della cultura musicale. Una proposta riguarda l'allestimento di una mostra di copertine di dischi in vinile, con la possibilità di abbinarla ad alcune guide all'ascolto.

Molti hanno evidenziato l'importanza di utilizzare anche gli spazi esterni per laboratori di teatro o altre attività, soprattutto coinvolgendo la scuola. La posizione periferica dell'Agorateca porta qualcuno anche a suggerire incontri di osservazione del cielo, grazie allo scarso inquinamneto luminoso. Alcuni dei partecipanti si offrono per mettere a disposizione per l'occasione i propri telescopi.

La centralità del libro ritorna con numerose proposte: reading con le varie combinazioni: (adulti, ragazzi, in italiano o in altre lingue, ecc.), presentazione di libri con autori, in collaborazione con diverse case editrici, tè letterari, campagne per invitare i cittadini a donare un libro all'Agorateca, partecipazione ad iniziative nazionali per la promozione della lettura (Il maggio dei libri, Io leggo perché, giornate della poesia, ecc.).

Da molti interventi emerge la necessità di vivere l'Agorateca soprattutto come luogo di incontro, confronto e aggregazione. Da qui diverse proposte che vanno in queste direzione: dai "conversation groups" per praticare le lingue straniere o su temi di varia natura (non necessariamente in lingua), reading competitions (in lingua o meno), l'attivazione dell'orto di comunità (coinvolgendo la scuola e non solo), l'utilizzo delle aule studio per gli studenti e la valorizzazione dei volontariato. Si siggerisce anche la creazione di un bar che faciliterebbe la capacità di aggregare dell'Agorateca.

Uno sguardo attento è stato rivolto anche alla capacità di inclusione dell'Agorateca, con attività da svolgere per / in collaborazione con fasce deboli (diversamente abili, ragazzi a rischio, ecc.). In questo senso viene avanzata l'ipotesi di stringere accordi con organizzazioni che svolgono attività con fasce di cittadini svantaggiate per la gestione dell'orto. Orto che - suggerisce qualcuno dovrebbe dare spazio non solo ai prodotti alimentari ma arricchirsi anche con la creazione di un giardino floreale.

Non mancano proposte rivolte anche a temi più tecnici per rispondere ai bisogni formativi dei giovani o per stimolare i processi partecipativi: workshop di architettura e urbanistica e di co-progettazione e rigenerazione delle periferie, laboratori di video e di fotografia, corso per l'utilizzo della stampante 3D.

La proposta conclusiva con cui ci si è lasciati e che ha visto tutti d'accordo, consiste nell'organizzazione per la prima decade di settembre di una festa di comunità.

L'incontro si chiude con la decisione di quanti interessati a portare avanti la programmazione nelle diveerse aree di intervento, ad autoconvocarsi per incontri tematici./b] .In chiusura si decide altresì di dotarsi di uno strumento online per facilitare il confronto e la discussione e allargarla ad altri utenti / cittadini interessati. Nasce così il forum Agorà che a partire da oggi intende continuare il dialogo e rendere effettiva la partecipazione e il contributo di tutti alla costruzione del programma dell'Agorateca.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.