Usiamo i cookie per far funzionare al meglio il sito, rispettiamo la privacy e le leggi. Accettali se vuoi proseguire.

  • Epicentro  » Jean-Claude Chincheré

    Epicentro » Jean-Claude Chincheré

    Il fotografo valdostano in Agorateca racconta la sua esperienza nei campi profughi libanesi.
  • Mozart » Cronache musicali di una rockstar

    Mozart » Cronache musicali di una rockstar

    Domenica 26 gennaio, ore 18.30, un talk sul grande musicista a cura di Angelo Guida e Michele Morelli
  • Jazz Dogs  » Giorgio Casadei / Doctor Delta

    Jazz Dogs » Giorgio Casadei / Doctor Delta

    Terzo ed ultimo blocco della rassegna, con un talk e un live, l'1 e 2 febbraio
  • Giornata della Memoria  » Per non dimenticare

    Giornata della Memoria » Per non dimenticare

    Vi aspettiamo il 27 gennaio per un pomeriggio di letture dedicate alle vittime dell'Olocausto
  • Mes Bijoux  » Corsi di lavoro a maglia

    Mes Bijoux » Corsi di lavoro a maglia

    Da febbraio corsi di lavoro a maglia per grandi e bambini
  • Febbraio  » Laboratori di riciclaggio creativo e arte

    Febbraio » Laboratori di riciclaggio creativo e arte

    Partono a febbraio i nuovi laboratori a cura delle volontarie Luca, Bori e Magda.

Mercoledì 13 novembre, presentazione dell’opera di Street Art realizzata presso la Scuola “Tommaso Fiore” di Altamura e finanziata dalla Regione Puglia.

Mercoledì 13 novembre 2019, a partire dalle ore 09.30, negli spazi di Agorateca, la Biblioteca di Comunità dell'Istituto secondario di 1° grado "Tommaso Fiore" di Altamura, in via S. Lorusso, si terrà la presentazione del progetto “FRONTIERE”, un’opera di Street Art per la quale l'Istituto comprensivo "San Giovanni Bosco - Tommaso Fiore" ha ottenuto un finanziamento dalla Regione Puglia nell’ambito della Misura “Promozione e sostegno della Street Art – "La Cultura si fa Strada".


L’opera è stata realizzata dagli artisti Donato Lorusso, Marco Forte e Sario De Nola, selezionati dall’Associazione Sportiva Dilettantistica e Culturale “Sk8ong Team”. Autori perfetti per questo tipo di progetto: i tre artisti altamurani vantano già numerose collaborazioni ed esposizioni, anche di livello internazionale, incentrate su opere di Urban Art.
Hanno lavorato in sinergia lungo l’intera parete perimetrale interna della Biblioteca. L'opera è stata realizzata con pittura murale a base di farine di quarzo, pigmenti selezionati e leganti acrilici alcalini, resistenti in emulsione e a basso impatto ambientale.


L’opera raffigura una donna con un bambino trasportato sulle spalle in una tipica fascia africana. La donna è ferma, si volta indietro e fissa al di là della recinzione metallica in primo piano, che separa l’osservatore dalla figura della migrante al di là del confine. La rete metallica, che simula il confine, è strappata, tagliata, logora e rappresenta tutti i tentavi fatti finora da tutti i migranti arrivati fin qui prima della donna. Il suo volto è fermo, la donna si è voltata quasi prima di arrivare alla propria meta, stanca e preoccupata, con il suo bimbo addormentato sulla schiena e cerca uno sguardo in grado di aiutarla.
Ai due lati della donna, rappresentata da Marco Forte, due pitture murali di espressionismo astratto, che con la propria energia accompagnano lo spettatore portandolo verso il punto focale dell’opera. Da un lato le macchie e le sfumature voluttuose di Sario De Nola e dall’altro i tagli netti, le linee e le campiture piatte di Donato Lorusso.
L’opera è stata sviluppata in coerenza con i criteri stabiliti dalla misura regionale, sia per l’uso dei materiali sia per il soggetto ideato per la realizzazione dell’opera, incentrato sui temi della pace e della solidarietà.
Importante è stato, senza dubbio, il contributo degli alunni della scuola primaria e secondaria: questa innovativa modalità progettuale, infatti, prevedeva il coinvolgimento più ampio possibile di giovani studenti al fine di promuovere l’acquisizione di nuove competenze creative e artistiche attraverso la riqualificazione di muri e spazi esterni messi a disposizione. La fase più operativa, dinamica e coinvolgente è stata certamente quella della realizzazione materiale dell’opera, che ha seguito la parte preparatoria supervisionata da parte dei docenti coordinatori coinvolti: Angela Marvulli (T. Fiore), Teresa Camminiti (T. Fiore), Margherita Milano (S. Giovanni Bosco).


Alla cerimonia di presentazione, mercoledì 13 novembre, prenderanno parte la Dirigente dell’Istituto, Eufemia Patella, i docenti e gli studenti coinvolti, Enzo Colonna (consigliere regionale e promotore della misura), Silvia Pellegrini e Antonio Lombardo (Sezione “Valorizzazione Territoriale” del Dipartimento “Turismo, Economia della cultura e Valorizzazione del territorio” della Regione Puglia).
Nel pomeriggio dello stesso giorno, a partire dalle ore 17,30, sarà possibile accedere all’area della Biblioteca, che effettuerà un’apertura straordinaria per consentire alla comunità di ammirare l’opera realizzata.

locandina street art