Usiamo i cookie per far funzionare al meglio il sito, rispettiamo la privacy e le leggi. Accettali se vuoi proseguire.

  • Quanto manca al Natale?  » Calendario dell'Avvento

    Quanto manca al Natale? » Calendario dell'Avvento

    Ogni giorno una nuova storia, in attesa del Natale.
  • Biblioteca chiusa?  » No problem, #teloportiamoacasa

    Biblioteca chiusa? » No problem, #teloportiamoacasa

    Promuoviamo la lettura nonostante la chiusura al pubblico. Scegli il tuo libro, te lo consegneremo a domicilio.
  • Libriamoci  » Leggiamo e disegniamo insieme

    Libriamoci » Leggiamo e disegniamo insieme

    Il primo di una serie di incontri online di letture ad alta voce
  • OrCo Radio  »  #InDubbio

    OrCo Radio » #InDubbio

    L'antenna radiofonica in cui si raccontano le azioni di OrCo Digitsys

Tu sei un poeta! Una mostra per raccontare l'universo di Leo Lionni.  Tu sei un poeta! è una mostra interamente dedicata a Leo Lionni destinata ai bambini di tutte le età. È progettata come un percorso alla scoperta dell’opera dell’artista attraverso i suoi personaggi più emblematici e i suoi libri più amati.

Ha lo scopo di invitare bambini, genitori, bibliotecari ed educatori a una riflessione sulla poetica di Lionni, quanto mai attuale, ma anche di regalare momenti di condivisione lieve e giocosa, in compagnia delle sue storie.

La mostra si inserisce nella campagna omonima promossa dalla casa editrice Babalibri, che si propone di celebrare l’artista nei 20 anni dalla sua morte e per i 60 anni dalla pubblicazione di Piccolo blu e piccolo giallo.

Allestimento della mostra e progetto di lettura a cura della Libreria 365 Storie.

Sabato 6 luglio 2019, ore 18,00 - Agorateca, Via S. Lorusso c/o Scuola Tommaso Fiore, Altamura

 tu sei un poeta

Leo Lionni. Nato ad Amsterdam nel 1910, nel 1939 è costretto a emigrare negli Stati Uniti a causa delle leggi razziali. Naturalizzato americano diventa direttore di un’importante agenzia pubblicitaria dove collabora con grandi artisti come Calder, De Koonig, Léger. Prima di trasferirsi in Italia, a Radda in Chianti, dirige la rivista «Fortune». Approda quasi per caso alla letteratura per ragazzi; il suo primo libro, Piccolo blu e piccolo giallo, esce nel 1969 e diventa presto un classico. Scrittore, scultore, pittore, grafico, designer, muore nel 1999.